Come Fare – Collegare in rete due impianti audio

NuPrime WR-100

Due impianti. Due ambienti diversi. Un’unica libreria musicale. Una Rete domestica cablata. Come fare a far suonare tutto? Ce lo chiede un nostro lettore e… cerchiamo insieme qualche soluzione.

Seppure riceviamo molte email, questa è la prima volta che rispondiamo pubblicamente. Le nostre risposte, infatti, fino a oggi sono state inviate solo al mittente, informazioni secche a domande molto precise. Più o meno.

Stavolta però l’argomento potrebbe interessare a molti e quindi a Saverio abbiamo deciso di rispondere con un articolo. Anche perché il nostro lettore… si prodiga in lodi sperticate verso il suo web magazine di HiFi preferito ;-)

Il problema: due impianti audio, una sola libreria di musica liquida

Ci scrive Saverio: Buonasera, leggo spesso QuotidianoAudio e lo ritengo una “bibbia” per chi vuole ascoltare e non sentire musica. Vorrei chiedere un consiglio. Ho un progetto in testa e non so come realizzarlo. Mi sono da poco trasferito in una casa più grande e vorrei riuscire a far suonare 2 differenti impianti audio in 2 stanze diverse della casa. Mi spiego meglio. In salone: Rotel RA12 con diffusori Monitor Audio a torre, lettore Playstation 3. In cucina: Marantz PM35 MKII con diffusori Celestion, no lettore. Avendo già cablato la rete LAN (modem/router di Fastweb fibra) vorrei interfacciare i 2 impianti sulla rete domestica ed usare un NAS (che non ho) per farli suonare separatamente o contemporaneamente. Sono abbastanza soddisfatto di come suona il Rotel con i CD ma vorrei far suonare il vecchio Marantz anche in cucina. Ho letto di Chromecast Audio ma anche sopratutto di NuForce WR-100. Cosa mi consigliate di fare? Che cosa dovrei fare? Grazie mille per tutto.

Una possibile soluzione

Andiamo per ordine e cerchiamo di capire cosa sono il Chromecast Audio, il NuForce WR-100 e cosa potrebbe farci con un NAS un audiofilo.

Del Chromecast Audio – il dongle di Google – ci siamo già occupati qui

Il NuForce WR-100 viene presentato dalla sua Casa Madre come un WiFi Audio Adapter e – ovviamente – funziona anche in modalità cablata. Ma mentre il dongle di Google serve anche e soprattutto a chi non vuole troppe complicazioni, il NuForce WR-100 è un apparecchio decisamente più sofisticato.

Chromecast Audio ha bisogno di un apparecchio o di un software compatibile, come ad esempio un computer o uno smartphone, e grazie alle capacità hardware e software del suo ”collega” è un grado di ricevere musica e passarla a un amplificatore o a una coppia di casse amplificate. Il NuForce WR-100 (che in alcuni mercati esce marchiato come NuPrime) invece è sia WiFi, sia Ethernet e ha inoltre un ingresso analogico e un’uscita digitale (Toslink), che il Chromecast invece condivide in un unico buco.

Con entrambi gli apparecchi è abbastanza semplice andare a comporre un sistema multi-room.

Il WiFi Audio Adapter può anche creare una personale sottorete in AP Mode e – soprattutto – è dotato di una propria app per gestire lo streaming direttamente dalla libreria musicale del telefonino (o tablet), i servizi di streaming come Spotify e compagnia cantando, o per collegarsi agevolmente a una qualsiasi risorsa di Rete con sopra un server DLNA (e infatti viene anche più correttamente definito come DLNA render, mentre Chromecast è semplicemente un dongle WiFi; si tratta quindi di apparecchi profondamente diversi, anche se lo scopo finale d’utilizzo potrebbe apparire come simile).

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza su quest’ultimo punto.

NuPrime WR-100 rear

Il music server e il NAS: la soluzione migliore

Prendiamo un dispositivo (computer o NAS), ci installiamo sopra un software di categoria music server come ad esempio Plex, ma anche lo spartano PS3 Media Server (il maggiormente compatibile con la PS3 del nostro lettore) o la sua evoluzione Universal Media Server, o uno dei tantissimi a disposizione di cui trovate un ottimo specchietto riassuntivo qui, diamo in pasto al media server la nostra libreria audio e… qualsiasi apparecchio in grado di comportarsi come client e compatibile col protocollo UPnP e/o DLNA diventa capace di suonare la musica presente nella libreria condivisa.

In altre parole, con un media server possiamo far comportare il nostro computer o NAS né più e né meno come una gigantesca libreria musicale raggiungibile da qualsiasi client connesso alla stessa Rete. E nel caso di Plex anche da remoto, a patto di avere un WiFi sufficientemente potente; immaginate di stare in hotel, collegarvi al WiFi, infilare le cuffie nel vostro telefonino col client Plex installato e… inondare le vostre orecchie della musica che avete nella collezione fisicamente presente in casa vostra (!).

A questo punto è chiaro che il music server è opportuno alloggi su un NAS, che altro non è che un hard disk di rete sempre acceso (è fatto proprio per essere usato così) con consumi ridottissimi, piuttosto che su un computer che andrà acceso alla bisogna. Il NAS ha anche un altro vantaggio: può essere configurato in Raid 1 e fare così automaticamente e costantemente il back-up della vostra collezione di musica liquida.

Ormai la stragrande maggioranza dei NAS hanno un music server fornito direttamente dal costruttore e/o installabile da terze parti e il più diffuso è proprio l’efficacissimo Plex, gratuito nella sua perfettamente funzionante versione base e a pagamento con qualche feature in più. 

Il nostro lettore non dovrebbe avere alcuna difficoltà, in questo modo, a collegare sia la sua PS3 e sia il NuPrime al media server su NAS, quale sia.

A proposito di NAS. Ormai ce ne sono di tutti i tipi e per tutte le tasche, addirittura con uscita HDMI per collegarlo direttamente a una TV e fungere da player video, ma per scopi audiophile noi vi consigliamo l’ottimo, economico e senza fronzoli TerraMaster F2-220, da equipaggiare con hard disk progettati per uso in un NAS (cfr fondo pagina).

terramaster f2-220

Ma il NuPrime WR-100 non è solo questo

NuPrime WR-100 appIl NuPrime WR-100, dicevamo, è un apparecchio ben più sofisticato di un semplice dongle; un device di rete in grado di ricevere musica anche via DLNA, ma da una diversità di dispositivi come smartphone, tablet, direttamente da computer. Con un telefonino o un tablet Android e l’app BubbleUnP riceve musica da Qobuz e Google Music, mentre Spotify esige che si usi la sua app proprietaria. Questo e tanto altro è possibile grazie all’integrazione del NuPrime WR-100 con la tecnologia Qualcomm AllPlay (compatibile con lo Spotify Connect Protocol, ma anche con TuneIn e il suo sterminato mondo di Internet Radio).

L’uscita analogica del NuPrime WR-100 ci dice anche che questo giocattolino integra al suo interno un DAC, seppure molto semplice. Non aspettatevi miracoli, armatevi di cavo Toslink e collegatelo a un DAC esterno, ma alla bisogna… funziona anche senza. Con un convertitore esterno saremo in grado di suonare musica sino a 24 bit e 96 kHz.


 

Condividi sui social network: