Non tutti gli Mp3 vengono per nuocere. Come la pensa Chandrasonic, storico chitarrista degli Asian Dub Foundation

asian-dub-foundation-alrumbo-2013-DSCF6293

I nostri “cugini” di RockShock.it hanno pubblicato una interessante intervista a Chandrasonic, il chitarrista degli Asian Dub Foundation. Che circa l’uso degli Mp3 ci lascia alcuni importanti spunti di riflessione.

Gli Asian Dub Foundation sono attivi da più di venti anni e sono formati essenzialmente da figli di immigrati da Pakistan e India.

Il loro sound mescola sapientemente influenze indiana, rap, reggae, ma anche e soprattutto quel dub caratterizzato da frequenze basse profondissime, in grado di mettere in crisi il più collaudato degli impianti HiFi e di fargli sudare freddo per riprodurre l’estensione dinamica di dischi come Community e Rafi’s Revenge.

Tra una digressione politico-sociale e l’alta, fra anticipazioni sul nuovo album e disquisizioni sul nuovo sound della band, Massimo Garofalo non ha sapute resistere alla tentazione e  ha raccolto il pensiero di Steve Chandra Savale (vero nome di Chandrasound) anche su come sempre più spesso in studio si registri la musica più pensando agli Mp3 che al CD o, ancor meno, agli audiofili.

Steve ci ha parlato della sua esperienza con i Berberi, popolazione del deserto che grazie agli Mp3…

Curiosi di sapere come la pensa un artista? Ecco l’intervista integrale. (Per arrivare alla questione dovrete avere un po’ di pazienza, dato che se ne parla verso la fine).

 

Condividi sui social network: