Braccio per la pulizia del vinile

Braccio per la pulizia del vinile

Un accessorio semplice, efficace ed economico per tutti gli amanti degli LP: il braccio per la pulizia del vinile.

“Il dolce suono del vinile!” Generalmente questa espressione viene accompagnata dall’audiofilo analogista con un sospiro, quasi a dire che chi non lo conosce proprio non potrà mai capirne il fascino e la differenza rispetto all’algida riproduzione delle apparecchiature digitali.

Dal canto loro, invece, gli audiofili musica-liquida-entusiasti proprio non riescono a mandare già scricchiolii inquietanti, fruscii e rumori di fondo, che (troppo) spesso e volentieri infestano l’ascolto del vinile.

Il braccio per la pulizia del vinile (commercializzato da Playstereo) è invece un’idea tanto semplice quanto efficace. Infatti, questo accessorio rimuove la polvere dai solchi mentre il disco suona, riducendone la carica elettrostatica e – allo stesso tempo – aumentando la vita stessa dell’LP e della puntina.

L’installazione è questione di attimi, la costruzione tutto sommato buona (in metallo): il braccio per la pulizia del vinile monta una spazzolina in fibre di carbonio che pulisce il disco mentre gira, un po’ come faceva la testina Stanton 680 EEE (ve la ricordate?). Qui però c’è anche un circuito conduttivo che consente di dissipare l’elettricità statica, evitando che a causa dello sfregamento della spazzola ulteriori polveri vengano attratte sul nostro prezioso vinile.

Il braccio per la pulizia del vinile, inoltre, non influisce sui faticosi settaggi fatti su peso e bilanciamento e men che meno con l’antiskating.

Il prezzo? A prova di regalo di Natale anti-crisi.

 

Condividi sui social network: