Free-float, il cuscino gonfiabile per DJ e audiofili

freefloat

Freefloat è un cuscino gonfiabile, ma non per essere usato sulla spiaggia, nel bagno o in macchina. Serve a poggiarci sopra il giradischi e scoprire che si può risolvere il problema dell’effetto feedback dovuto ai bassi dei diffusori, agli urti e alle vibrazioni in genere, oltre ad essere un sistema stabilizzante.

Il segreto del Freefloat è l’assorbimento di cui è capace, grazie all’elasticità e all’effetto rotolamento delle sfere d’aria sui quattro angoli. Il collegamento di queste quattro palle tramite tubi diagonali, con una quinta palla al centro, realizza la stabilizzazione.

Attraverso la giusta combinazione di flessibilità (durezza delle palle), stabilità (durezza dei tubi) e posizionamento delle sfere rispetto al giradischi, il Freefloat raggiunge l’assorbimento ottimale degli shock ambientali.

L’uso calcolato d’aria e di elasticità del Freefloat soffoca urti e vibrazioni. A seconda di come si gonfia e si dispone il Freefloat, che ha più di un posizionamento, si potrà controllare l’influenza del sistema audio sul giradischi e, conseguentemente, sul suono.

Il Freefloat riduce anche la tendenza della puntina a saltare di un fattore da 10 a 20. Inoltre, è possibile ascoltare ad un volume più alto (rispetto a quello possibile in assenza del Freefloat), pur mantenendo la stessa gamma di frequenze riprodotta. Un rombo può aumentare, senza provocare problemi, di circa 20-30 dBu!

Il costruttore ha deciso di commercializzare il Freefloat ad un prezzo molto ragionevole (in rete si trova dai 25 ai 30 euro) ed è inutile dire che, specialmente per i DJ rappresenta una soluzione efficace ed economica.

Il Freefloat è estremamente facile da usare  (qui potete scaricare il manuale in pdf).

freefloat-set

Non aspettatevi che il Freefloat faccia miracoli in un ambiente poco adatto alla riproduzione sonora, né potete pensare di compensare una base d’appoggio del giradischi traballante. Per riscontrare i miglioramenti apportati dal Freefloat si deve partire da una soluzione normalmente stabile e vi accorgerete che anche della presenza di un solo cavo malamente disposto, che strofina contro la superficie del Freefloat.

Il costruttore afferma che la differenza apportata dal Freefloat è immediatamente udibile: le basse frequenze non hanno più bisogno di regolazioni elettroniche, il suono è più dinamico e, nel caso dei DJ, anche il pubblico sperimenterà un suono migliore. Pure se qualcuno balla e salta dietro il giradischi, non provocherà alcun problema.

Produttore: FREEFLOAT

 

Condividi sui social network: