Mytek Brooklyn, il DAC MQA

Mytek Brooklyn dac

Il Mytek Brooklyn è il primo DAC non prodotto da Meridian a incorporare la tecnologia MQA. È il primo di una serie che proverà a cambiare il mercato dei convertitori del 2016. Scopriamo come.

Presentato al “solito” CES di Las Vegas, il DAC Mytek Brooklyn è compatibile con segnali PCM, DSD e col nuovo algoritmo MQA, sviluppato da Meridian e sino ad ora mai visto al di fuori della sua casa madre. Ma oltre a Mytek, almeno altre sei aziende hanno deciso di abbracciare questo standard, quindi… aspettiamoci una valanga di novità in un settore, quello dei convertitori, che altrimenti stava mostrando segni di stanca.

Prima di addentraci nelle specifiche del Mytek Brooklyn, è bene spendere qualche parola su cosa sia il MQA.


 

Lo standard MQA è nato in casa Meridian ed è una evoluzione del defunto e mai compianto HDCD; l’assunto di base è lo stesso, anche se applicato in maniera diversa. L’idea è quella di ricavare alte risoluzioni non aumentando le frequenze di campionamento, bensì sfruttando lo spazio dedicato ai meta-dati, che così diventano un contenitore di bit sul dominio temporale del segnale analogico originale. Quindi, il Master Quality Authenticated (MQA) è e resta un segnale PCM che però, se convertito da un dispositivo compatibile, dovrebbe garantire una qualità d’ascolto pari al 24/192 pur avendo frequenze di campionamento più basse e quindi dimensioni dei file assai più ridotte. Ovvio che la cosa ha suscitato l’interesse di tanti specie dei servizi di streaming che aspirano a trasmissioni di tipo lossless senza andare a cozzare con i limiti della banda Internet.

Il bello del MQA è che è compatibile verso il basso. Abbiamo un file MQA ma non un DAC adatto? Fa nulla, lo si legge come un PCM “normale”.

Il Mytek Brooklyn prende il nome dal quartiere in cui ha sede l’azienda americana e oltre ai file PCM e DSD converte anche i MQA. Ma… sul frontale… c’è anche la scritta Vinyl?!?! Che vorrà dire? Scavando a fondo, ma non troppo, scopriamo che il Mytek Brooklyn ha al suo interno anche un pre-phono! Well done, guys.

Il DSD è trattato nativamente fino a 256, c’è il DXD, la dinamica è di 130 dB, i file PCM ammessi arrivano a 32/384, c’è l’ampli per cuffia e il master clock è Femto (una delle marche più prestigiose).

Il parco ingressi è davvero completo: USB2, AES/EBU, 2 Coax e Toslink, mentre le uscite sono RCA e XLR anche funzionanti contemporaneamente, oltre la cuffia.

I 1.995 dollari richiesti per il Mytek Brooklyn ci sembrano assolutamente coerenti con la qualità di questo DAC.

Produttore: Mytek

 

Condividi sui social network: