BMC Audio BDCD1.1 CD transport

BMC Audio BDCD1.1 CD transport

Quanto ha da dire ancora il formato CD? Tanto secondo la BMC Audio, che lascia all’utente finale la conversione D/A del suo BDCD1.1 CD transport.

Maledetti voi, industriali dell’HiFi, sempre attenti al soldo e che fate finta di non capire che – invece – questo è settore che è mosso da passione e fede assolute.

Maledetti voi, che quando avete invaso il mercato di lettori CD non ci avete spiegato che per convertire il segnale da digitale ad analogico stavate usando (nella maggior parte dei casi) dei chip da quattro soldi.

Maledetti voi, che avete aspettato così tanto per lasciarci godere delle meraviglie dei DAC esterni.

Lettori CD al miglior prezzo

E invece…

…e invece se accompagnato da un ottimo DAC il formato CD è ancora oggi in grado di dare grandissime soddisfazioni all’audiofilo evoluto.

Lo sanno bene in casa BMC Audio, che hanno progettato e commercializzato il BDCD1.1 CD transport, un apparecchio a trazione a cinghia con un fattore di inerzia praticamente nullo.

Mutuato dai migliori giradischi mai prodotti… avete letto bene: il BMC Audio BDCD1.1 CD transport ha la trazione a cinghia!

Rispetto alla sia precedente versione, il BMC Audio BDCD1.1 CD transport usa massivamente alluminio di tipo CNC e uno stabilizzatore in materiale acrilico, per ridurre al minimo le vibrazioni del CD. Insieme alla trazione a cinghia, questo sistema riduce di un fattore dieci le vibrazioni e le risonanze.

Le connessioni digitali interne sono tutte senza compromessi e la connessione col DAC è affidata a quattro connettori di tipo BNC, in pratica un cavo per il clock, uno per il master clock e uno per ognuno dei canali stereo. Sono anche presenti una più tradizionale uscita SPDIF (AES/EBU 110 Ohm, coaxial 75 Ohm) e una Toslink.

BMC Audio BDCD1.1 CD transport-opened

Prezzo in Rete: 4.300 euro

Produttore: BMC AUDIO

 

Condividi sui social network: