Morte all’Mp3! Benvenuto MPEG-H

MPEG-H

Il tanto vituperato formato Mp3 dovrebbe andare in pensione nel 2016. È già quasi pronto il suo successore, l’MPEG-Hun formato ad alta efficienza pronto sia per il video in HD sia per l’audio in 3D (!) (avete letto bene!).

Il formato MP3 – a prescindere dai suoi limiti tecnici – era l’ideale in un tempo in cui la capacità di elaborazione dei microprocessori era ben più scarsa di oggi e – soprattutto – le risorse di banda delle connessioni Internet erano assai limitate. Oggi è tutto diverso, i nostri computer domestici potrebbero pilotare astronavi e di banda ce n’è in abbondanza (Italia esclusa, che resta il fanalino di coda d’Europa per la qualità delle sue connessioni Internet).

E allora le grandi industrie si stanno dando da fare per mandare in pensione il caro-vecchio Mp3, gioia degli “scariconi” e tormento degli audiofili.

Come riportato da Repubblica, proprio in questi giorni a Valencia si stanno discutendo i dettagli del formato MPEG-H, che sarà declinato sia per l’audio sia per il video.

In ambito video l’MPEG-H supporterà definizioni fino a 8K (che ancora non esistono!), mentre in ambito audio veicolerà suono in 3D. Cosa sia quest’ultimo… è tutto da scoprire (ma non è che si tratta del caro-vecchio-quasi-estinto surround?).

Il comitato scientifico che sta ultimando l’MPEG-H è diretto dall’italianissimo Leonardo Chiariglione, che sul suo sito pubblica interessanti approfondimenti.

Staremo a vedere, anzi… a sentire.

 

Condividi sui social network: