bose-soundlink

Diffusore wireless Bose® SoundLink® Mobile

Tutta la musica che hai nel tuo telefono, ora la puoi ascoltare con una qualità audio che non ti aspetteresti mai da un diffusore così piccolo. Potrai ascoltare la tua musica ovunque e con chiunque: basta aprire il diffusore wireless Bose® SoundLink® Mobile e questo si connette, tramite Bluetooth®, all’iPhone, Android, Blackberry, o altri dispositivi abilitati per Bluetooth®, come tablet e laptop. Quando vuoi uscire, puoi contare su una batteria che dura per ore e su una cover integrata che proteggerà il diffusore nella tua borsa.

stefano-jelo

Intervista a Stefano Jelo di Aqua Acoustic Quality

Fra le tante aziende italiane sbarcate quest’anno al Monaco Hi End, c’è Aqua Acoustic Quality, azienda giovane, agguerrita e che da sempre guarda sia agli appassionati di casa nostra, sia a quelli di oltre confine. Di come è andata a Monaco, ma soprattutto dello stato di salute del settore hi-fi, abbiamo parlato col suo deus ex machina, Stefano Jelo.

devore-fidelity-orangutan

Diffusori Devore Fidelity Orangutan

Perfect Audio annuncia l’introduzione sul mercato italiano dei nuovi diffusori Devore Fidelity Orangutan O/96. Ad alcuni mesi di distanza dalla presentazione negli Stati Uniti, sono finalmente disponibili anche in europa i nuovi diffusori di John Devore.

audio-physic-classic-10

Diffusori Audio Physic Classic 10 e Classic 20

Progettati e costruiti in Germania i nuovi diffusori a prezzo concorrenziale. Si tratta della nuovissima Serie Classic di Audio Physic, con i modelli Classic 10 e Classic 20. Manfred Diestertich li ha progettati impiegando nuove tecnologie e nuovi componenti, a favore di prestazioni di rilievo, in una fascia di prezzo contenuta.

lorenzo-sanavio

Intervista a Lorenzo Sanavio di Mastersound

Quest’anno diversi costruttori italiani hanno partecipato al Monaco HiEnd 2012, una manifestazione hi-fi internazionale recentemente conclusa. Molti dei nostri marchi Made in Italy hanno voluto presentarsi ad un pubblico internazionale e alcuni di loro, anziché esporre in un proprio stand, hanno scelto di partecipare nell’ambito di un gruppo denominato, appunto, Audio in Italy.