Entertainment Machine, anatomia di un nuovo negozio a Roma. Intervista a Paolo Cherubini

C'è un nuovo "salotto HiFi" a Roma: Entertainment Machine, il cui deus ex machina è Paolo Cherubini.

Da un po’ (troppi) anni in Italia i negozi di HiFi chiudono, ma per fortuna c’è anche chi prende il coraggio a due mani e… apre nuove strutture. Una di queste è Entertainment Machine, il cui deus ex machina è Paolo Cherubini, dell’omonima famiglia che da tantissimi anni ha riempito di alta fedeltà le case degli appassionati di Roma e del Centro Italia.

Lo abbiamo incontrato per farci raccontare che…

cherubini
Click sulla foto per ingrandire

Cherubini a Roma è sinonimo di musica, Paolo che mi dici al riguardo?

È vero! Ma non per merito mio, il merito è di Michele e di Tonino, i due fondatori, che sono mio padre e mio zio, noi come figli abbiamo dato il nostro contributo, ma la loro generazione ha creato l’azienda, non la nostra.

Si parla di musica a tutto tondo dagli strumenti musicali, all’audio professionale, a quello per DJ, HiFi, spartiti….

Quella che tu descrivi è stata ed è ancora l’azienda più poliedrica nel mondo della musica, è difficile entrare in un negozio e trovare dieci reparti specifici uno per ciascun strumento musicale, con accessori, liuteria, spartiti e trovare inoltre quattro sale, ora tre, trattate acusticamente ed insonorizzate per l’ascolto HiFi. In Italia non mi risulta ci sia nulla di analogo.

Da lì a qui, cosa cambia?

Questo è un altro mondo, qui parliamo esclusivamente di riproduzione, noi seguitiamo a fare quello che facevamo nell’altra azienda, ovvero: audio, video e controllo. Quindi parliamo di alta fedeltà, cinema in casa e l’eventuale controllo di queste apparecchiature inserite nella domotica domestica.

Pertanto, in questa nostra showroom di circa 100 mq abbiamo realizzato una sala dedicata all’audio, una sala dedicata all’home cinema, un ufficio per la progettazione ed un desk di accoglienza per i nostri clienti.

Venendo da voi, cosa si può ascoltare nelle due sale?

cinema room EM 5
Click sulla foto per ingrandire

Iniziamo dalla sala cinema, ci sono due impianti fissi installati in wall e posizionati dietro lo schermo che è fonotrasparente, come nei cinema.

Sono due impianti molto diversi tra loro come impostazione e budget, uno della JBL votato anche alla musica, uno decisamente home cinema, ad alta efficienza, prodotto dalla Zingali.

Nel dettaglio, l’impianto JBL è composta da: 2 canali dx e sx di JBL HDI 1600 installati dietro allo schermo di proiezione, insieme al canale centrale JBL HDI 4500. Un subwoofer JBL HDI 1200P installato in sala, e due JBL S66 IW posteriori installate in wall. Il processore che controlla questo sistema A/V è un integrato ONKYO TX RZ 3100.

Mentre, parallelamente, l’impianto Zingali è composto da 3 Zingali OHC 208 installate dietro lo schermo di proiezione, e fungono da canale dx, sx e centrale. In più abbiamo 2 subwoofer Zingali OHC 12SW installati sempre dietro lo schermo, e un subwoofer Zingali OHC 15W installato invece in sala. I canali surround sono composti da 4 Zingali 1.06 installate in wall a soffitto, e 4 on wall a parete. Il processore che controlla questo sistema A/V è un ANTHEM AVM 90, ed un finale multicanale Vincent SAV-Px150.

Ovviamente c’è la predisposizione per un terzo impianto per soddisfare tutte le esigenze del caso, dalla demo all’ascolto su richiesta del cliente.

La sala audio HiFi da questo punto di vista è molto più versatile, gli impianti si allestiscono di volta in volta. Oggi, ad esempio, abbiamo in ascolto i diffusori della Magico pilotati dall’integrato Dan D’Agostino.

Oltre alle eccellenze menzionate, quali prodotti HiFi possiamo trovare e ascoltare da voi?

cherubini DSC6541
Click sulla foto per ingrandire

Noi attualmente lavoriamo con Audiogamma, Audio Natali, Zingali, Pixel Engineering ed abbiamo anche un collaborazione con Home Vision.

In partica trattiamo: Pro-Ject, JBL, Arcam, Mark Levinson, Esoteric, AudioQuest, Paradigm, Anthem, MartinLogan, Cabasse, Perlisten, Primare, Copland, Musical Fidelity, Ortofon, Auralic, Canor, WiiM, Music Hall, Lehmannaudio, SME, Vivid Audio, Mola Mola, Brinkmann Audio, REL Acoustics, CH Precision, VTL, Jeff Rowland, Convergent, Kronos Audio, Graham Engineering, VPI, Trinnov Audio,, Astell&Kern, SPL,Reavon, Magnetar, Roon, Escape, Rotel, Trinnov Audio, Reavon, REL Acoustics, Audio Reseach,Koetsu, Krell Industries, Wilson Audio, Transparent Cable, DreamVision, Crystal Connect, EAT, Dartzeel, Ayre Acoustic, Kuzma, Micromega HD Audio, Dan D’agostino, Shunyata Research, Nagra, Stillpoints, Constellation Audio, Audeze, Magico, Aurender, The Beast, Leema Acoustics, Master & Dinamic, Audio Alchemy, DCS, AVM, Rogers, 2xHD fusion, AIM, Swissonor, Metaxas & Sins, Wells, Ludic Audio, Doshi, Western Electric, Zingali, Blue Sound, Dali, Nad, MBL, PSB Speakers, SIM2 Multimedia, WyreStorm, Elan, Speaker Craft, Niles, Xantech, Niveo professional, Astri, Bowers & Wilkins, Blumenhofer-Acoustics, Classé, Definitive-Technology, Denon, Focal, Goldring, Harbeth, Marantz, Naim Audio, Neat Acoustics, Nordost, Octave, Parasound, Polk-Audio, Q Acoustics, Qed, Quadraspire, Rega, Screenline, Sony- Professional, Ton-Trager, Totem-Acoustics, Transrotor.

Non avendo in negozio una grande disponibilità di apparecchiature e di spazi, se si vogliono fare ascolti mirati è bene che veniamo avvertiti preventivamente per allestire il tutto al meglio, ciò non toglie che se qualcuno si dovesse trovare in zona e volesse passere per farci una visita ci farà molto piacere e potrà ascoltare quello che è allestito in quel momento nelle due sale.

Che servizi offrite ai clienti?

Da quando è uscito l’home cinema, quindi dal 2000 ad oggi, facciamo un servizio al cliente che consiste nel sopralluogo preventivo, la progettazione con relativi disegni tecnici in DVG dell’impianto che si andrà a realizzare, l’assistenza al cantiere per le canalizzazioni pre e post chiusura muri, passaggio dei cavi e intestazioni, montaggio delle apparecchiature: multi-room, cinema e automazione, set-up e collaudo finale. Training con il cliente per spiegare in dettaglio il funzionamento dell’impianto.

E se il cliente volesse una sala insonorizzata o trattata acusticamente?

Per quanto concerne il trattamento acustico degli ambienti utilizziamo i prodotti della GIK Acoustics che vedi anche nelle nostre due sale.

In base alla stanza – planimetria, pareti ed  arredi – viene sviluppato il progetto  che andremo a realizzare.

Per quanto riguarda l’insonorizzazione che è un intervento più invasivo,  ci avvaliamo della collaborazione dell’ing. Valletta e di una azienda esterna specializzata che provvede alla realizzazione custom di tutti gli apprestamenti necessari, noi ovviamente seguiamo il lavoro dall’inizio alla fine.

Hai parlato specificatamente di Home Cinema, questo vale anche per l’HiFi?

Ovviamente si, anche se la necessità di insonorizzazione in HiFi è molto rara, interventi di questo genere sono necessari più nelle attività commerciali.

Mi riferivo più specificatamente al trattamento acustico.

Il trattamento acustico è, a mio avviso, necessario in tutti gli ambienti domestici, soprattutto chi si dota di impianti di qualità elevata dovrebbe stanziare una parte del budget per fare un minimo di trattamento acustico ambientale.

Sempre di più i clienti recepiscono questa necessità e noi provvediamo a realizzare il trattamento acustico con i pannelli GIK Acoustics che a nostro avviso sono tra i migliori.

Quindi se il cliente vuole voi lo seguite dall’inizio alla fine e gli fornite gli impianti chiavi in mano?

Credo che questo sia l’unico modo di lavorare, è finito il tempo del box moving, o del cash and carry, se non sei credibile ed affidabile nel tempo perdi il cliente che, per noi, è il patrimonio fondamentale.

Fare una vendita non risolve, occorre fidelizzare il cliente che torna solo se si è trovato bene, per questo occorre un servizio che parta oggi per non esaurirsi mai.

È attivo anche un servizio di conto vendita, testiamo gli apparecchi che ci vengono affidati e li mettiamo in vendita fornendo la nostra garanzia a tutela del compratore.

Conclusioni

Il target degli appassionati di HiFi è costituito da soggetti abbondantemente over 50, purtroppo non c’è stato un ricambio generazionale. Conseguentemente, il mercato dell’ HiFi è, da anni, in implosione, in questo clima sfavorevole è bello vedere nascere nuove iniziative imprenditoriali supportate da conoscenze, professionalità e background di prim’ordine tese a rilanciare questo meraviglioso settore. Auguriamo ”in bocca al lupo” a Entertainment Machine e ci auguriamo che in tanti seguano il suo esempio.

Entertainment Machine S.r.l.
Via Flaminia, 283/285 – 00196 Roma
entertainmentmachine.it

Condividi sui social network:
Available for Amazon Prime