iFi Pro iDSD, il convertitore che vuole essere il migliore

Condividi!

Pro-iDSD-ifi

Il nuovo DAC iFi Pro iDSD supporta il formato DSD1024 e per farlo… monta a bordo tutto il meglio delle tecnologie digitali applicate all’alta fedeltà del suono.

L’iFi Pro iDSD è un DAC senza compromessi. Di nessun tipo.

Per supportare le sue straordinarie frequenze di campionamento monta 4 convertitori BurrBrown in configurazione Quad-Stack (al momento l’unico DAC al mondo); per essere un campione di versatilità ha a bordo un ricevitore wireless per il play diretto di flussi streaming da Tidal e Spotify (built-in).

 

Grazie al Crysopeia FPGA Digital Engine può fare l‘upsampling di qualsiasi segnale al formato DSD1024 e riprodurre in modalità Bit-Perfect anche il formato DXD. In realtà, finché non si fanno intervenire i filtri disponibili (davvero per tutti i gusti!), la riproduzione è sempre in Bit-Perfect.

Il processore che controlla l‘iFi Pro iDSD è un XMOS XU216 X-Core 200 Series 16-Core capace di elaborare fino a 2 miliardi di informazioni al secondo. Va – tra le altre cose – a gestire un generoso buffer che consente di eliminare completamente il fenomeno del jitter, il nemico-pubblico-numero-uno degli appassionati di musica liquida: i flussi dati vengono accumulati nel buffer e ri-clockati dal Global Master Timing clock prima di essere mandati al microprocessore per l’elaborazione e la conversione.

Tutti gli ingressi sono dotati di isolamento galvanico, porta USB compresa, che a sua volta ha un’alimentazione separata. I circuiti di ingresso sono due, uno a stato solido e uno basato su valvole General Electric 5670, che lavorano in assenza di switch. In modalità Tube+ (selezionabile dall’utente) viene ridotto il negative feedback.

Il circuito dedicato all’amplificazione delle cuffie è a componenti discreti, completamente bilanciato sia se diretto verso le valvole e sia se diretto verso il J-FET. Lo stadio di potenza è a buffer MOSFET bipolare in Classe A.

Il volume è di tipo motorizzato a cura di Japan Alps.

Vi basta per considerare l’iFi Pro iDSD come il miglior DAC in circolazione? Per portarselo a casa bastano 2.890 euro.

ifi idsd pro

Caratteristiche tecniche DAC iFi Pro iDSD

  • Sample rates: PCM up to 768 kHz, DSD up to 49.152 MHz (DSD 1024), DXD and double-speed DXD (2 x DXD)
  • Inputs: USB (required for DSD, DXD and sample rates above 192 KHz) AES3 (XLR – single link), S/PDIF (coaxial/optical combo), BNC multifunction (S/PDIF in or sync input)
  • Outputs: Balanced XLR at 4.6 V (+15.5 dBu – HiFi) or 10 V (+22 dBu – Pro)Single-Ended RCA at 2.3 V (HiFi) or 5 V (Pro), Headphones 6.3 mm & SE 3.5 mm Jack at 0.55 V/2.1 V/5 V, Headphones BAL 2.5 mm Jack at 1.13 V/4.6 V/10 V, Headphones out 1,500 mW RMS X 2 @ 64 ohm, 4,000m W max. 2 X @ 16 Ohm
  • Volume control: Balanced (6-gang) Alps potentiometer, motorised with IR remote control XLR/RCA outputs can be selected as fixed level or adjusted
  • 6.3 mm headphone jack is always adjusted
  • Other Functions: Various digital and analogue filters can be selected for DSD and PCM up to 384 KHz
  • PPCM Filters: Bitperfect 44.1 – 192 kHz, always used for 352.8 – 768 kHz Bitperfect + 44.1 – 96 kHz, Gibbs Transient Optimised 44.1 – 384 kHz, Apodising 44.1 – 384 kHz, Transient Aligned 44.1 – 384 kHz
  • DSD filters: fixed 3rd order analogue filter @ 80 kHz with correction for DSD’s -6 dB gain
  • Gain (headphone section): user-selectable: 0dB, 9dB and 18 dB
  • Dynamic range: 119 dBA (solid-state, PCM, -60 dBFS)
  • Output power (16 Ω, balanced/single-ended): >4000 mW /1>1,500 mW
  • Output voltage (600 Ω, balanced/single-ended): >11.2 V / >5.6 V
  • Input voltage (Pro iDSD): DC 9 V/6.7 A – 18 V/3.35 A
  • Input voltage (iPower+): AC 85 – 265 V, 50/60 Hz
  • Power consumption: < 22 W idle, 50 W max.
  • Dimensions: 213 (l) x220 (w) x 63.3 (h) mm
  • Weight: 1980g (4.37 Ibs)

 


Condividi!
,

1 thought on “iFi Pro iDSD, il convertitore che vuole essere il migliore

Comments are closed.