Wharfedale Diamond 155: sostanza e ottimo suono, ma scarse rifiniture

Condividi!

Wharfedale Diamond 155

Come si fa a fare quadrare i conti i tempi di crisi senza rinunciare alla qualità? Nel caso delle Wharfedale Diamond 155 si costruisce un ottimo diffusore con un mobile economico e sacrificando le rifiniture.

C’è crisi. C’è molta crisi. Diceva il comico in tv. Ma non solo. Un settore vissuto dai pochi appassionati come una ragione di vita e dai più come superfluo ha oggi come non mai difficoltà a far quadrare i conti senza rinunciare alla qualità.

E allora la Wharfedale ha commercializzato il modello Diamond 155, casse acustiche da pavimento con prezzo su strada inferiore agli 800 euro.

Nessun risparmio in fase di progettazione, forte anche e soprattutto del lungo e blasonato know how della Wharfedale; nessun risparmio sulla componentistica, che non è di quella top di gamma ma di certo è tutta di ottima qualità; quanto al cabinet, però… E’ lì che è calata la mannaia degli esperti di budget e di marketing, per ridurne al massimo i costi sia dei materiali (un solido ma ordinario MDF), sia risparmiando sulle finiture, davvero a “grana grossa”.

Se siete poco attenti a questo genere di dettagli ma le vostre orecchie sono bene aperte a percepire ogni dettaglio della musica, le Wharfedale Diamond 155 non vi deluderanno di certo: hanno delle caratteristiche e una qualità sonora ben superiore al budget richiesto.

Caratteristiche tecniche casse acustiche Wharfedale Diamond 155

  • Sistema: da pavimento a 2,5 vie con caricamento in bass reflex
  • Woofer : 165 mm Woven Kevlar Cone
  • Midrange: 165 mm Woven Kevlar Cone
  • Tweeter:  25 mm a cupola morbida
  • Sensibilità: 89 dB
  • Amplificazione consigliata: 25 ÷ 150 watt
  • Impedenza: 8 ohm
  • Risposta in frequenza: 40 Hz ÷ 20 kHz
  • Volume cabinet (in litri): 35
  • Dimensioni in mm (H x W x D): 963 x 196 x 334
  • Peso: 19,3 kg cadauna

Produttore: WHARFEDALE

Distributore: TECNOFUTURO

 

 


Condividi!