Pioneer SX-S30DAB, amplificatore per sorgenti digitali, analogiche e con radio DAB

Condividi!

Pioneer SX-S30DAB

Il Pioneer SX-S30DAB è dotato di connessioni wireless, Ethernet, ingresso phono, radio FM e DAB, e… chi più ne ha più ne metta. Un amplificatore al passo con i tempi dall’ingombro e dal costo decisamente contenuto.

Far convivere Tidal con un giradischi, un lettore universale e Spotify, musica trasmessa dallo smartphone e un più onvenzionale lettore CD: nulla di strano nei (meravigliosi) tempi audiofili che stiamo vivendo. E nulla di più semplice con il Pioneer SX-S30DAB.

A dispetto di un design dal profilo slim (8 centimetri di altezza), il Pioneer SX-S30DAB è un concentrato di tecnologie e di versatilità.

Cominciamo subito con la sua sezione dedicata all’amplificazione, che sfodera 50 watt RMS su 8 Ω in Classe D. Potenza che per esprimersi non ha bisogno di sorgenti, dato che questo mostriciattolo a bordo già monta la possibilità di stremmare da Spotify, Deezer, Tidal e altri servizi. Ma anche perché troviamo una radio FM e una radio DAB / DAB+.

Se proprio vogliamo collegarvi una sorgente… non c’è che l’imbarazzo della scelta: Coax, Toslink, ingresso phono MM, 2 ingressi RCA e 4 ingressi HDMI. Ci sono anche la porta Ethernet, WiFi, Bluetooth, AirPlay e Chromecast. Ma attenzione: Coassiale e Toslink sono gestiti da un DAC interno che si ferma a 24/96 (a mio avviso decisamente sufficienti per godere i piaceri dell’audio ad alta risoluzione). Inoltre, le porte HDMI sono l’ideale per collegare – ad esempio – un lettore universale, un decoder satellitare o una consolle per videogames, ma in ogni caso l’audio sarà trattato in downmix stereo, mentre le porte sono in grado fare il passthrough video anche a 4K HDR. Una delle porte HDMI, inoltre, è di tipo ARC (Audio Return Channel).

Via Ethernet, WiFi e via USB-A (quest’ultima posta sul pannello anteriore) sarà possibile riprodurre i più diffusi file audio, compresi FLAC fino a 24/192, DSD a 5.6 MHz e Dolby True HD.

MCACC è la sigla che cela un sistema di autocalibrazione dell’amplificatore, che tramite un microfono analizza la risposta in ambiente e si autoadatta per offrire il meglio di sé.

Il pannello posteriore svela anche la sempre più piacevole abitudine di dotare gli amplificatori di un’uscita per subwoofer amplificato.

Per terminare questa breve panoramica sul Pioneer SX-S30DAB, campione di rapporto qualità / prezzo, segnaliamo che è pronto per il multiroom secondo i protocolli Dts Play-fi (da non confondersi col quasi omonimo DTS multicanale) e FlareConnect.

Il prezzo del Pioneer SX-S30DAB? Una piacevolissima sorpresa… a meno di 500 euro

Caratteristiche tecniche amplificatore con radio DAB e network player Pioneer SX-S30DAB

  • Channels: 2
  • Amplification Type: Class D
  • 85 W/ch (4 ohms, 1 kHz, THD 1.0 %, 1ch Driven)
  • DAB/DAB+ Tuner
  • FM Tuner with 40 Station Presets
  • MCACC Auto Room Tuning
  • Phase Control
  • Subwoofer EQ (4 Band)
  • DSD Playback via Network/USB (5.6 MHz/2.8 MHz)
  • DSD Disc (SACD) Playback via HDMI (2.8 MHz)
  • Digital Core Engine with Cirrus Logic (Quad Core) x1
  • Advanced Sound Retriever
  • HDMI 4 In/1 Out
  • USB 1 In for USB Drive (Front)
  • Phones 1 Out (Front)
  • HDMI 4 In
  • HDMI 1 Out (ARC)
  • Ethernet 1 In
  • Audio 2 In (Assignable)
  • Phono (MM) 1 In
  • MCACC Setup MIC In
  • Digital Coaxial 1 In (Assignable)
  • Digital Optical 1 In (Assignable)
  • Subwoofer 1 Pre Out
  • Speaker Out (L/R)
  • FM/DAB Tuner Antenna
  • Dimensions (W x H x D): 435 x 78 x 330 mm
  • Weight: 4.0 kg

 


Condividi!

1 thought on “Pioneer SX-S30DAB, amplificatore per sorgenti digitali, analogiche e con radio DAB

Comments are closed.