Pioneer PD-70AE: tentazione SACD

Condividi!

Pioneer PD-70AE

A conferma del rinnovato interesse per il formato SACD, arriva il Pioneer PD-70AE, un top di gamma che funziona anche solo da DAC.

Per chi non vuole le complicazioni della musica liquida, i dischetti argentati sono il massimo della comodità e il massimo della qualità. Specie se a single bit, come i SACD.

E allora, ecco il Pioneer PD-70AE, un top di gamma che – siamo pronti a . scommetterci – diventerà l’oggetto del desiderio di tantissimi appassionati.

 

A bordo monta un doppio DAC ESS Sabre ES9026 Pro, terminali bilanciati (e relativa circuitazione), componenti discreti e una serie di raffinatezze progettuali e costruttive pronte ad offrire il meglio della riproduzione da CD e da SuperAudio CD.

Il cassetto – ovviamente – è completamente anti-vibrazioni, lo chassis in robusto alluminio schermato e dalla struttura a nido d’ape e i tutti i circuiti sono stati disegnati per far percorrere al segnale il percorso più breve possibile.

Il suono può essere personalizzato intervenendo manualmente sui filtri digitali. Ma le raffinatezze non finiscono qui. Se usiamo i terminali XLR… possiamo chiudere i RCA con l’apposito interruttore.

Il Pioneer PD-70AE supporta i formati: SACD, CD, CD-R/RW, DVD-R/RW, DVD+R/RW, WAV, FLAC, AIFF, ALAC, MP3, WMA, AAC e DSD.

Per portarsi a casa questi quasi 19 chili di delizia i vogliono 2.500 euro.

 


Condividi!