Musicasetta: 50 anni e li dimostra. Ma è pronta una nuova moda

Condividi!

compact-cassette

Sebbene abbia sempre fatto storcere il naso agli audiofili, la Compact Cassette, in Italia chiamata Musicasetta, è stata una vera e propria rivoluzione nell’ambito della riproduzione musicale. In occasione del suo 50esimo anniversario è stata realizzato un documentario per ricordarne la storia. Guarda il trailer.

Piccola, comoda, registrabile, economica: nulla a che vedere con l’ingombrante e costoso nastro a bobine. Prese il nome di Compact Cassette e la presentò sul mercato la Philips nell’agosto del 1963; montava un nastro Basf e ben presto conquistò il cuore e gli impianti dei melomani di tutto il mondo.

Gli appassionati di HiFi “praticanti”, invece, ricordano soprattutto il diramarsi tra gli strati di ferro, chromo e metal, le regolazioni infinite del bias, i tentaivi di sopprimerne il fruscio a furia di Dolby B, Dolby C e SuperANRS.

Ma oggi anche negli angoli più remoti del mondo, dove i CD-RW sono costosi e/o difficili da usare, per incidere musica non si usa più la Compact Cassette ma si passa dal formato Mp3 magari usando un iPhone, come ci ha raccontato Chandra degli Asian Dub Foundation.

Nonostante i produttori storici di piastre hanno interrotto la produzione, qualcuno continua a produrne i nastri.
Nonostante tutto, però, dicevamo, c’è chi è pronto a scommettere su un ritorno di fiamma della Musicassetta e alcune band – probabilmente solo per moda o per hype – stanno rilasciando i loro ultimi lavori anche in questo formato (che comunque continua ad essere assai diffuso in India).

Le celebrazioni del 50esimo compleanno della Compact Cassette comprendono anche un film-documentario, intitolato Cassette, realizzato tramite un crowfounding e di cui vi mostriamo il trailer:


Condividi!
,