Elac Debut B5.2

Le casse acustiche a due vie Elac Debut B5.2 sono semplici da posizionare in ambiente e – a dispetto del mini-budget richiesto – regalano grandissime soddisfazioni.

Vi confesso che apprezzo tantissimo le casse acustiche progettate per avere il bass reflex anteriore: evitano tantissime complicazioni nel posizionamento. Come nel caso delle Elac Debut B5.2 (comunque sarà opportuno dargli 30 centimetri di aria posteriore, anche se pure con qualcosa in meno si comportano bene comunque).

Il produttore tedesco è riuscito nel miracolo di aggiornare decisamente in meglio la versione precedente delle Elac Debut B5.2 e – grazie all’ottimizzazione dei processi produttivi – a farle costare ancora meno.

In realtà Elac per questa nuova versione ha anche e soprattutto, molto saggiamente, tenuto conto dei feedback degli utenti, con una efficace visione del marketing in stile 2.0.

E quindi s’è tenuto conto delle esigenze dei consumatori più giovani, sensibili alle frequenze più basse dello spettro acustico, desiderosi / ansiosi di ricreare tra le mura domestiche l’effetto di un club.

E quindi le Elac Debut B5.2 hanno migliorato questo aspetto, seppur nel rispetto delle esigenze degli audiofili puri, rispetto che porta ad avere, per contro, un diffusore a bassa efficienza (altrimenti le distorsioni si sarebbero sprecate).

Gli altoparlanti sono del tutto nuovi e nulla hanno a che fare con la versione precedente. A un tradizionale tweeter in seta a cupola da 25 millimetri fa buona compagnia un woofer in fibra aramidica da 13 centimetri; probabilmente per questioni di ottimizzazione dei costi in fase di montaggio presenta in bella vista le viti che lo fissano al cabinet. Alla luce dei risultati sonori… ce ne faremo una ragione.

La forma del woofer è stata ottimizzata per ottenere (con la complicità del crossover) una migliore integrazione col tweeter, a conferma di quanto questo progetto sia stato ragionato in ogni minimo dettaglio.

Anche il nuovo tweeter risulta migliore del precedente, con un angola maggiore di dispersione e con quel pizzico di brillantezza in più che a ben sentire… è un po’ più di un pizzico.

All’ascolto in alcuni casi potrebbero risultare spigolose: errore. Si tratta solamente di grande analicità che – senza nessuna ruffianeria – evidenzia gli eventuali difetti dell’amplificatore.

Allo stesso tempo le Elac Debut B5.2 riescono ad essere straordinariamente credibili quanto a ricostruzione della scena sonora, oltre che corrette e divertenti anche con i generi musicali più agitati. basterà solo fare  attenzione ad accoppiarle con elettroniche di qualità.

Caratteristiche tecniche casse acustiche Elac Debut B5.2

  • Tipo: 2 vie da supporto, reflex.
  • Altoparlanti: mid-woofer 13cm fibra aramidica, tweeter silk dome 25mm.
  • Freq. di crossover: 2,2 kHz.
  • Risposta in frequenza: 46÷35k Hz.
  • Impedenza: 6Ω.
  • Sensibilità: 86dB.
  • Massima potenza in ingresso: 120W.
  • Dimensioni (LxAxP): 180 x 341 x 234 mm.
  • Peso: 5,9 kg.