Una delle cosa che frena tanti appassionati ad avvicinarsi agli streamer è la presenza di un DAC integrato, quando invece si potrebbe ricorrere a un convertitore esterno più performante. Non è il caso del Nuprime Omnia Stream Mini.

nuprime-omnia-stream-mini


Lo streamer Nuprime Omnia Stream Mini parte in quinta con la possibilità di multi-room, ricevitore Bluetooth integrato e WiFi.

Senza troppi fronzoli, decodifica segnali PCM fino a 24 bit e 192 kHz (quindi niente MQA e niente DSD).

La propria libreria di file audio potrà essere data in pasto a questo piccoletto (5 x 8 x 2 i centimetri che misura) via DLNA, ma oltre al già citato Bluetooth c’è anche il supporto al protocollo AirPlay2.

Tutti i principali servizi di streaming sono supportati, compresi Deezer, iHeartRadio, Qobuz, QQ Music, Spotify, TIDAL, Amazon Music e TuneIn per le webradio.

Come facilmente intuibile, si gestisce completamente da app (iOS e Android).

nuprime-omnia-stream-mini-uscite

Per il collegamento a un DAC e/o a un amplificatore con DAC integrato abbiamo a disposizione una Toslink, una Coax, una I2S su HDMI; la USB-C che scorgiamo sul retro serve per l’alimentatore esterno da 5V DC, non compreso nella confezione. Purtroppo non c’è una porta Ethernet.

Il prezzo è una piacevolissima sorpresa: 279 euro. Non ci sono più scuse per entrare alla grande nel mondo dell’HiRes Audio in particolare e della musica liquida in generale.

Sito del produttore