Impianto HiEnd autoprogettato e autocostruito

Condividi!

Proprio così, un intero impianto HiEnd, inclusi cavi, progettato e realizzato da un appassionato più che capace, decisamente una persona fuori dal comune.

Costruirsi con le proprie mani un intero impianto HiEnd, perfettamente funzionante e di classe decisamente elevata, non è proprio una passeggiata, ma se a questo si aggiunge che la stessa persona lo ha anche progettato, allora bisogna togliersi tanto di cappello.

Stiamo parlando di un sistema HiFi composto da due finali monofonici con valvole OTL, un preamplificatore valvolare dual mono, con alimentazione separata, anch’essa dual mono, una coppia di diffusori con medi e alti a tromba di filosofia Klipsh e tutti i cavi HiEnd necessari all’altezza della situazione.

Il preamplificatore

Il preamplificatore è totalmente dual mono, a partire dai 2 alimentatori (foto sotto) totalmente separati anche se in unico contenitore.

Le tensioni dei filamenti sono tutte in tensione continua stabilizzata. L’anodica non usa condensatori elettrolitici ma 9 condensatori in polipropilene per ogni canale.

All’interno, i circuiti del pre (foto sopra) sono in contenitori separati e tutti i condensatori di segnale sono in mica argentata.

Il controllo di volume usa una cascata di microrelais, con contatti in oro, così come il selettore degli ingressi. Il tutto è gestibile da telecomando.

La filatura interna è in argento/teflon e la tensione anodica usa valvole per il raddrizzamento.

Gli amplificatori finali

Gli amplificatori di potenza sono degli OTL e usano come valvole finali 4 x 6C33 della Svetlana.

Tutti i trasformatori impiegati sono toroidali e divisi per le varie funzioni. Il telaio è composto da due lamiere in alluminio sovrapposte, per agevolare lo smaltimento del calore.

 

Il raddrizzamento anodico è ottenuto con diodi discreti ad altissima velocità e un timer regolabile consente il ritardo dell’attivazione anodica.

Tra l’ingresso del segnale e la sua uscita c’è un solo elemento passivo, che è un condensatore Mundorf Silver Oil. La corrente di riposo delle valvole di potenza è regolabile singolarmente.

Tutti i componenti sono della massima qualità. 

I diffusori

I diffusori sono stati costruiti secondo la filosofia dei Klipsh Corn-Scala e la parte superiore, in contenitore separato, usa due trombe originali dei diffusori Klipschorn, con driver originali nuovi per i medi e gli acuti.

La sezione bassi impiega un woofer da 38 centimetri in configurazione bass-reflex in una cassa di circa 300 litri, con una ottima risposta alle bassissime frequenze.

Il crossover usa componenti Mundorf ed è fornito di controllo sulle medie e alte frequenze.

I cavi

I cavi di potenza sono realizzati con vari fili, sempre argentati di diametri diversi con isolamento in teflon e kapton.

 

  • L’intero sistema deve essere ancora rodato per l’ottimizzazione della qualità sonora ed è in vendita. Chi è interessato a vederlo, toccarlo, ma soprattutto, ascoltarlo in una sala dedicata, può rivolgersi qui: ecan06@libero.it





Condividi!